Le righe nere della vendetta

Cortile del Museo Tornielli - Ameno
il 08 luglio 2012
dalle ore 17:00

Tiziana Silvestrin vive e lavora a Mantova, si è laureata in lettere con indirizzo artistico all’Università di Verona. Ha recitato in una compagnia di teatro amatoriale per diversi anni ed è stata insegnante di animazione teatrale.

Nel 2007, al concorso letterario nazionale “Voci di donne” della provincia di Savona ha vinto il premio speciale A.M.M.I. con il racconto Amina.

Nel 2009 pubblica il suo primo romanzo I leoni d’Europa.

Appassionata d’arte e di storia, si interessa in modo particolare alla vita quotidiana dei secoli passati, soprattutto delle persone comuni, di cui descrive il modo di vestire, di viaggiare, quali cibi mangiavano e cosa leggevano. I suoi romanzi sono costruiti su fatti realmente accaduti, molti dei personaggi sono realmente vissuti, non solo i potenti, ma anche donne e uomini che di solito non compaiono mai nei libri, ma sono rimasti tra le pieghe della storia.

Ricrea le atmosfere di quel XVI secolo ancora pervaso delle superstizioni e delle paure del Medioevo, in cui la scienza, così come la conosciamo, comincia a delinearsi.

Ne "Le righe nere della vendetta", il suo secondo romanzo, il protagonista è ancora l’affascinante capitano di giustizia Biagio dell’Orso, che per risolvere un mistero che circonda il ritratto del grande artista Giulio Romano, metterà in pericolo la  sua vita.

Presenta Francesca Battistella.